Il nuovo Comitato di Quartiere di Fossignano

Oltre quaranta adesioni per l’associazione di zona. Il 30 giugno in programma “Puliamo Fossignano atto secondo”

Più di quaranta adesioni per il nuovo comitato di quartiere di Fossignano. Primo risultato positivo per l’associazione di zona, presieduta da Fiorella Diamanti che sabato 15 e domenica 16 giugno, attraverso ben tre gazebo informativi, ha iniziato a raccogliere istanze e richieste dei residenti della storica borgata.
Non solo, la prima uscita pubblica del neo costituito comitato è servito anche a spiegare ai cittadini i programmi e le idee che verranno portate avanti nei prossimi mesi.
“In questi due giorni – spiega il presidente Fiorella Diamanti – c’è stata una bella partecipazione da parte della gente che ha voluto conoscerci e dare la loro adesione all’associazione. Questo comitato è formato da un gruppo di persone che ha a cuore il nostro territorio con tante idee e voglia di cambiare. La nostra lotta al degrado è appena iniziata. Oltre a raccogliere le adesioni, abbiamo iniziato a raggruppare le diverse richieste dei residenti. Istanze che segnaleremo all’amministrazione comunale. Le maggiori criticità riguardano i servizi primari da sempre assenti in questo quartiere. Molti sperano che vengano realizzati gli impianti fognari, altri che venga migliorata la viabilità attraverso il rifacimento e la messa in sicurezza di alcune strade. C’è anche chi ha richiesto una guardia medica di zona. Inoltre abbiamo raccolto una decina di richieste riguardanti le compostiere che inoltreremo all’assessorato all’Ambiente”.
Il prossimo 30 giugno è in programma la giornata “Puliamo Fossignano atto secondo”, iniziativa realizzata dal comitato con il sostegno del circolo “Melaverde” di Legambiente e il Comune di Aprilia.
“Già lo scorso anno – conclude Fiorella Diamanti – abbiamo avuto un ottimo riscontro in termini di partecipazione. Ci muniremo, anche questa volta, di guanti, rastrelli e pale per pulire i punti strategici più sporchi di Fossignano. Verranno organizzati dei gruppi di lavoro. Infine, metteremo a disposizione dei cassoni per conferire mobili, elettrodomestici, pneumatici, materassi e qualsiasi altro rifiuto ingombrante”.
Alessandro Piazzolla

(FONTE: Il Pontino di Aprilia)

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someone